Campanili e campane

Il paesaggio sonoro di Paciano

Le campane e i campanili sono uno dei cardini dei paesaggi culturali italiani. Da lontano si individua il proprio paese attraverso i campanili. Sono riferimenti importanti per superare lo spaesamento della lontananza e riconoscere il proprio familiare ambiente.

Le campane suonano i paesaggi sonori più diffusi dei paesi rurali, sono mezzo di informazione, scansione del lavoro e suono di compagnia.

Quello del campanaro è un mestiere, come ci racconta Renzo Guerrini nella sua intervista.

La torre campanaria municipale

Costruita a cavallo tra il 1700 e il 1800 è uno dei simboli di Paciano, campeggia sulla bella piazza della Repubblica nel centro del paese. Sono conservate ancora funzionanti tre campane e un orologio anch’esso attivo.

Il Campanile è oggetto di salvaguardia attraverso un progetto di Art Bonus (inserire link web).

La torre campanaria in Largo Santa Maria

Ad inizio Ottocento, in risposta al questionario preparatorio alla visita Pastorale del Vescovo Giuliano Mami, sono riportati i dati delle campane del campanile della Chiesa Santa Maria Assunta (inserire link Chiesa Santa Maria Assunta di Paciano).

Il Campanile ancora oggi merita una visita e un’immagine di ricordo, campeggia sulla chiesa parrocchiale ed è composto da tre campane (la maggiore, la mezzana e l’ultima).

Il campanile, oggi alimentato elettricamente, era assieme a quello municipale interno al paese il più efficace e diffuso mezzo di comunicazione per gli agricoltori dei campi, questo fino a 60 anni fa.